4 luglio 2011

Come creare un blog di successo ???? maaaaa ... bo! :) [post together]

[Il post di oggi nasce da una collaborazione davvero speciale con altre blogger: Marta Traverso col suo Prove Tecniche di sogni, Cosmogirl con Donne, amori e altri guai, Redazione con Guardando il mondo dall'alto di un tacco 10, Fenice con il suo il diario della Fenice e infine Daniela con il suo Razzi Umani. Lo scopo di questa iniziativa è rispondere a una mail inviata a Redazione da un suo follower, che le ha chiesto quali sono i modi per poter creare un blog di successo. Allora abbiamo unito la forze per dargli una risposta collettiva e più visioni sul perchè e come mai un blog può essere considerato di successo].

Cos'è che fa di un blog qualcosa di così valido da essere letto e attirare l'attenzione di così tanti lettori? Cosa li può spingere a lasciarti commenti e darti il privilegio d'interagire con loro? Come fare a stimolare la loro curiosità e invogliarli a tornare nuovamente? Devo dare una risposta plausibile a tutto questo? Sinceramente N-O-N-L-O-S-ò ...

Ho aperto il mio primo blog nel lontano 2006 ... Mi ero appena segnata all'università, dopo aver fatto svariate esperienze lavorative che mi avevano lasciato un inspiegabile senso d'insoddisfazione addosso, e usavo internet solamente per semplice curiosità [era l'epoca di Netlog, delle chat di MSN, di MySpace e niente di più]. Un giorno, tra una lezione e l'altra, ho conosciuto G. Io e G., stavamo sempre insieme e parlavamo di tante cose. Una volta, mi ha confidato il suo sogno di voler diventare una scrittrice. Io allora affascinata le ho domandato: - Wow, Che bello, la scrittrice? ma hai già pubblicato qualcosa? hai mai partecipato a qualche concorso letterario? E lei presa dall'argomento mi ha risposto: - No, niente di tutto questo, però ho il Windows Live Spaces, è un blog  ... e mentre aspetto che mi venga l'idea giusta, scrivo, scrivo, scrivo ... Perchè non vieni a leggerlo, così mi dici se ti piace e cosa ne pensi?!. Da quel momento esatto mi si è aperto un mondo fantastico, dove avrei potuto esprimermi come volevo e esercitarmi con la scrittura; il mio primo esame scritto era stato un autentico disastro, la professoressa di letteratura italiana mi aveva bocciato perchè gli errori grammaticali erano così insostenibili, da non poter compensare l'esattezza dei contenuti [e quando frequenti l'università di Lettere e Filosofia, gli errori che ti è permesso di fare, sono veramente pochi]. Dovevo quindi trovare un modo per reagire e esercitarmi a scrivere in modo corretto. Ho fatto tanta pratica, partecipato a laboratori di scrittura e perfezionato il mio modo di esprimere i concetti sia su carta che sul web [e grazie al web], fatto stà che non ho mai più bocciato un esame scritto!

A un certo punto però, non basta più saper scrivere bene. Le persone ti seguono, ti leggono e ti commentano per quello che sai raccontare, per quello che rappresenti, per il tuo saperti mettere in gioco, per il potere che hai di far riflettere o far ridere, divertire, emozionare ... Vi siete mai chiesti perché ci sono certi scrittori che vendono più di altri? Non è tanto una questione di marketing e di campagne pubblicitarie [o almeno lo è solo in parte], ma è perchè quando li leggi ti rispecchi nelle loro parole e ti accorgi che non sei l'unica a portarti certi pesi dentro, che c'è qualcuno che ha provato le tue stesse sensazioni, frustrazioni, stati d'animo. Il blog è qualcosa di simile, però, invece di essere una storia inventata, è reale, con personaggi che esistono veramente e hanno i pregi e i difetti delle persone normali, soffrono, amano, ridono, scherzano, si prendono poco sul serio [o troppo], parlano di politica, di libri, delle proprie passioni, di gossip e lo condividono con gli altri tirando fuori tutta la loro personalità. La personalità può piacere o no, essere considerata interessante o no ... tutto dipende dai punti di vista.

Se poi l'obbiettivo principale è solo quello di avere visibilità e far numero, e magari hai anche google adsense e vuoi guadagnarci qualcosa, basta che parli di gossip, scoop del momento, personaggi che tutti amano, insomma tutto ciò che fa notizia e non è poi così difficile arrivare a buoni risultati [di guadagno]. Si ma  CHE TRISTEZZA ... Il blog, in ogni caso, ha bisogno di cure, tempo, passione e voglia di dedicarcisi. Ha i suoi tempi, però quando ci arrivi ottieni delle belle soddisfazioni e inoltre conosci persone davvero interessanti, che poi diventano anche amiche.

17 commenti:

  1. vero :) rimane che il blog è veramente un laboratorio di letture reciproche, esercizi di stile e condivisione di scoperte! Che si venga letto poco o tanto, si entra in una rete, ed è questo il concetto centrale; si crea una socialità culturale che è impossibile in altri luoghi.

    Bell'idea la collaborazione!

    RispondiElimina
  2. bellissimo post... davvero! Anche io mi chiedevo come un blog potesse diventare di successo! Io ho aperto il mio da un mese e mezzo, parlo un pò di tutto e scrivere è una mia grande passione. E' vero, però, che i blog che vanno per la maggiore in questo periodo sn i fashion blog, con foto di outfit scattate in maniera eccellente. Ma io? Io non ho una reflex, anzi ho una macchinetta digitale che funziona quando le va, la moda mi piace ma addirittura vestirmi per mettermi in posa in zone fantastiche di roma... be, no, non mi vaaaa!!!!
    La più grande soddisfazione per me è quando tra i commenti leggo che quello che scrivo piace, diverte... :)

    RispondiElimina
  3. Ma..ero convinta di averti risposto.....
    comunque...
    Gagliardo questo post.......devo cominciare a scrivere anche il mio direi! State scrivendo tutte delle bellissime cose :)

    RispondiElimina
  4. Hai ragione, e me ne sto accorgendo anch'io. :) Non si può aprire un blog calcolando come fare perché abbia successo... In fondo, è uno spazio proprio, si scrive soprattutto per sé, almeno all'inizio.
    E poi è anche terapeutico! :D

    RispondiElimina
  5. Belle riflessioni cara Francesca. Quando decisi di aprire il mio blog, è stata una cosa fatta di getto, istintiva. Mi piaceva l'idea di raccontare della mia passione per il viaggio, ma allo stesso tempo avevo le idee molto confuse, e mi dicevo: lo faccio o non lo faccio... l'ho fatto. Il mio pensiero su come sarebbe andata è un mistero ancora oggi. Tutto quello che sono riuscita a fare è dettato dal puro divertimento, mi stupisce molto come sono cresciuta in così poco tempo, ricordo l'assoluta mancanza di basi tecniche che mi fecero disperare all'inizio. Ora sono così contenta di quello che è successo, ho imparato cose che mai mi sarei immaginata, ho trovato tante persone con cui intrattenersi e in alcuni casi quello che ne esce è un interscambio interessante. Con altre nutro un sentimento di vero affetto. Il mio è un blog di successo? non saprei, è un successo per me far parte di questo mondo, che mi piace tanto.

    RispondiElimina
  6. bella questa idea del post collettivo!! mi piace!! soprattutto mi piace quello che avete scritto a riguardo... condivido!!! un po' di passione e amorevoli cure sono tutto ciò di cui un blog ha bisogno... :) ha ragione Tiziana... il successo è personale... amare quello che si fa è un successo! :D

    RispondiElimina
  7. Il mio blog, nasce da un bisogno di confronto.
    Amo scrivere, lo faccio da sempre, non avevo però fatto leggere a nessuno i miei scritti.
    Aprendo un blog(anonimo), ho avuto una grandissima opportunità di confronto!
    Anche se non ricevo molti commenti o molte visualizzazioni, sono felice di come sta andando!
    Un saluto!

    RispondiElimina
  8. Prima di tutto ti saluto, non so se ho commentato in passato ma ti ho aggiunta ai friend e ti seguo da un po'. :)
    Un blog di successo? Diciamo nel senso di numero di accessi e commenti, perché per qualcuno un successo è anche solo aprirlo. Quindi... hai detto bene, deve fare notizia, il più delle volte frivola o attuale (gossip politichese), ma non vengono disdegnati i fatti propri, Facebook insegna. Constato che, per razzismo inverso, un blog di una donna desiderabile (in termini banali, certo) ha spesso molto successo, si sprecano i commenti di spasimanti mascherati o dichiarati; se il blog di questo genere è anche ammiccantemente erotico è quasi fatta, la media di 50 commenti a post è probabilissima.
    Vanno alla grande anche quelli di aiuto, ad esempio informatico, e di notizie veloci, non impegnative da leggere. Poi via di questo passo...
    Personalmente ho un blog discretamente letto ma non molto commentato, ma già sapevo a cosa andavo incontro; è molto di nicchia, utile a far scoprire qualcosa a chi è realmente interessato o soltanto molto curioso, oppure è visitato semplicemente da chi apprezza come scrivo. Poi mi è utile per esercizio mentale e di analisi. :)

    RispondiElimina
  9. Brava amica!!! :) E' proprio vero, ci sono blog che non hanno amica e sono solo un'accozzaglia di copia e incolla da Google News... personalmente li evito come la peste! ;) E lo dice una che tra gossip, calendari e sex tape ci si guadagna la pagnotta (per quanto miserrima...)

    RispondiElimina
  10. Ottimi suggerimenti cara.. hai pienamente ragione: un blog ha bisogno di tempo, amorevoli cure e passione!

    RispondiElimina
  11. CAWARFIDAE: infatti è proprio il fatto di condividere idee in comune, che mi spinge a non mollarlo ... che si tratti di socialità culturale o non ...

    ROBERTA: odio la categoria delle fashion blogger in assoluto ... non sono vere blogger, fotografarsi lo sanno fare tutti, quelle che le commentano le adulano alimentando il loro egocentrismo che già hanno, per il semplice fatto di avere il coraggio di fotografarsi e farsi vedere da migliaia di utenti ... mah, meglio usare il blog per scrivere, tanto quel tipo di moda passerà, credimi! :)

    DANIELA: gagliardo anche il tuo :P

    PRI: è molto terapeutico :) dopo ti senti libera, come una farlalla :)

    RispondiElimina
  12. TIZIANA: anche io all'inizio ho avuto difficoltà, non sapevo dove mettere le mani e non volevo fare disastri inutili ... però secondo me l'idea migliore è aprire un blog con l'intento di parlare di una propria passione e condividerla con altri, scopo fondamentale dell'aprire un blog :)

    GIULIA: se vuoi una volta, puoi partecipare anche tu al post collettivo :)

    ASTRONAUTA: infatti anche io scrivo in forma anonima, solo poche persone che conosco sanno dell'esistenza del mio blog e mi piace così, perchè spesso secondo me, chi ti conosce è meno obbiettivo ... a me è sempre piaciuta l'idea che qualcuno che non ti conosce ti faccia i complimenti per quello che è semplicemente scritto :) baci

    RispondiElimina
  13. OCCHIO SULLE ESPRESSIONI: anche per me è utile come esercizio mentale e di analisi :D ti seguo volentieri anche io :)

    MARTA: abbasso le accozzaglie e gli scopiazzamenti :D

    CHIARETTA: grazie :)

    RispondiElimina
  14. ho avuto un blog per 7 anni dove testavo quello che in seguito ho pubblicato e devo dire mi ha dato serie soddisfazioni e mi ha fatto conoscere persone splendide, poi il ciclo si è esaurito ho cambiato piattaforma e "ambiente" e da un anno e mezzo sono approdata qui, completamente scollegata da quello che ero. Mi piace, mi rilassa e mi sono ritagliata uno spazio d'evasione perfetto. Buona serata

    RispondiElimina
  15. Io ho altre esperienze da internet, tipo collaborazione a riviste online, recensioni ma so poco o nulla di blog. Ho iniziato da pochissimo con un argomento "per adulti" e nel totale anonimato...forse questo è il bello del blog. Lo imparerò nel tempo ;)

    RispondiElimina
  16. Salve!
    Innazi tutto un saluto alla padrona di casa e un grazie per essere venuta a trovarmi....
    io non so se il mio sia un blog di successo nè me lo chiedo...io credo che non dovremmo perdere di vista il fatto fondamentale che un blog nasce come diario, come un luogo virtuale dove esprimere se stessi...io credo che se questo è lo scopo non esista il problema del "successo" ma solo della soddisfazione personale nel portarlo avanti, delle amicizie che nascono, degli scambi di opinione...
    scusate s emi sono intrufolata in una discussione molto probabilmente più grande di me e del mio modestissimo blog....ma adoro condividere!
    sorrisone
    azzurra

    RispondiElimina
  17. Ciao Francesca, avevo letto il post anche su Guardando il mondo dall'alto di un tacco dieci e devo dire che, per una neofita dell'avventura nel mondo dei blogger, leggervi è stato rivelatore di alcuni concetti chiave che in parte ritrovo nella mia pur breve esperienza.
    Bisognerebbe, per rispondere adeguatamente, avere le idee chiare su quale sia il successo che intendiamo raggiungere e se davvero ed in quale misura ci teniamo.
    Innanzitutto da cosa si misura il successo? Dal numero di visualizzazioni, dal numero dei followers o da quelli che realmente ti vengono a trovare e commentare... e il commento è da ritenersi tale e conteggiato a questo scopo se contribuisce ad una tua riflessione o basta anche il saluto veloce e l'invito al ricambio?? Il successo è dato dal posizionamento del blog sui motori di ricerca o dal posizionamente nella graduatoria del gradimento tra i pochi che ti seguono sinceramente?
    Credo, e confermo quanto da molti asserito, che il blog sia il proprio spazio in cui esprimersi inserendo ciò che ci rappresenta e ci piace anche se non dovesse piacere ad alcuno sperando di trovare quel qualcuno con cui condividere passioni ed interessi ed allargare la propria cerchia di conoscenza e linguaggi.
    Tenere un blog è già una passione e quindi non è tanto necessario darsi spiegazioni ed obiettivi, forse è giusto farlo perchè lo si sente e quando si è se stessi si ha successo nella vita, vera e virtuale.
    a presto

    RispondiElimina