21 febbraio 2012

I 5 comandamenti

Mentre spulciavo sul sito di Santo Vanity Fair [grazie di esistere] un articolo in particolare ha catturato la mia attenzione. Per chi non lo sapesse, questa rivista è presente sia in formato cartaceo che sul web. Su quest'ultimo, ci sono degli spazi dedicati ad alcuni personaggi che s'impegnano a scrivere/pubblicare ogni settimana qualcosa [come se avessero un blog] con la possibilità di commentare e interagire con loro. Forse la rubrica che conoscete più di tutti è quella di Daria Bignardi. Comunque lei non mi fa impazzire, penso sia molto meglio come presentatrice che come scrittrice.

Insomma l'articolo incriminato di cui volevo parlarvi, è quello di Luca Bianchini che parla di Jovanotti. Caspita e cosa ha fatto Jovanotti di così speciale? Jovanotti [adesso basta non lo nomino più, promesso] praticamente ha scolpito nella pietra i suoi 5 comandamenti [idolo] :
Anche l'autore stesso, per stare al gioco, ha contribuito a esprimere quali sono i suoi:  

E siccome sono una grande sostenitrice del [non] senso della vita dichiarato in tutte le sue forme: filosofie, spiegazioni, vaneggiamenti, religioni ... [perchè è giusto che ognuno viva come meglio crede e ritiene più adatto per se stesso senza ledere la libertà altrui] dopo aver finito di leggerlo, pure io ho stilato la mia lista [prima mentale e poi concreta]: 
  1. vivi e lascia vivere
  2. rispetta sia te stesso che gli altri
  3. impara a guardare oltre il confine del tuo giardino [solo così potrai andare lontano]
  4. abbi sempre fede [il meglio deve ancora venire]
  5. ama disinteressatamente e anche quando pensi di non essere contraccambiato perché l'amore porta amore vero.

Bene adesso tocca a voi. Quali sono i vostri 5 comandamenti?

39 commenti:

  1. oh bellissimo.. presto ci faccio un post! grazie .. metto però il tuo link! un bisè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie :) bè, poi voglio leggere i tuoi di comandamenti :)

      Elimina
  2. Perchè solo cinque? Vero è che bastano poche e chiare regole per convivere nel rispetto e nella libertà. Riflessione accattivante.
    Buona serata
    Massimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bè, alla fine un tetto massimo va stabilito, con poche parole puoi dire tanto e poi ciò ti porta comunque a rifletterci ancora di più e a scrivere solo ciò che conta veramente. Io quando ci stavo pensando, la testa ha tirato fuori le cose più improbabili, penso che se ne avessi potute mettere di più mi sarei sbizzarrita.

      però non mi hai detto i tuoi 5 comandamenti, quali sono? :)

      Elimina
  3. ah, facile questo! io li ho sul mio blog, in un posticino tutto per loro :)
    in realta' piu' che comandamenti sono regole di vit. (ma qual e', poi, il limite tra i due?!) eccoli qui: http://dirimpa.files.wordpress.com/2012/02/rulez.png

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oooooooo ... wow ... sensatissimi anche i tuoi, breve, concisa e senza troppi preamboli! condivido pienamente la tua filosofia di vita ;)

      Elimina
  4. Vivi e lascia vivere piace anche a me;
    Il secondo lo modificherei in "Rispetta solo chi va rispettato";
    Presta attenzione alle piccole cose;
    Fai qualcosa che risvegli le tue emozioni;
    il quinto mi sta bene così :D

    Bel post. :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. muahahahahahahahahahahah ... sempre il solito sei [ti adoro] :)

      Elimina
    2. <3 <3 <3 (io non vedo l'ora che tu venga da tua zia in quel del pescarese, ragazza del Mugello :P)

      Elimina
  5. i miei comandamenti laici (giusto per non fare concorrenza):
    - costruire sul nulla non si puo', quindi guarda sempre a cio' che hai;
    - non giudicare, ma non fare complimenti fasulli;
    - non darti piu' colpe di quelle che hai;
    - conoscere non puo' fare male, quindi sii sempre aperto;
    - ricorda che la persona conta piu' delle sue idee.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e bè ... i comandamenti non devono mica avere un credo preciso per valere qualcosa! cmq da quello che hai scritto sembri molto concreto. clap clap clap :)

      Elimina
  6. è una bella idea...anche se le "regole" dovrebbero essere di +.Inoltre sai credo che cambino nel tempo a volte,non quelle fondamentali,ma quelle più leggere.Cambiano con noi...
    Son d'accordo sulla tua lista e anche con quelli di Lorenzo e del giornalista...ecco io e la sintesi due mondi opposti...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Via Maruzzaaaaa non trovare scuse per non farlo, forza butta giù le 5 dritte che adesso valgono per te, poi magari tra un po' ne stilerai altre :P

      Elimina
    2. e va bene va bene...lo faccio!ci penso su e appena posso ci faccio un minipost sopra...:P

      Elimina
    3. fatto! http://alidinuvole.blogspot.com/2012/02/i-5-comandamenti.html

      Elimina
    4. brava :) dopo vengo a leggere smack

      Elimina
  7. Non ho mai pensato ai miei 5 comandamenti. In realtà, non so nemmeno se li ho. Vivo secondo delle regole, certamente, ma non saprei, al momento codificarle e concentrarle solo in 5 punti..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provaci :) e illustramele se ti va ovviamente :)

      Elimina
    2. 1) Ricordati di non sapere
      2) Mettiti nei panni altrui
      3) Riconosci i tuoi errori e cerca di imparare e di non ripeterli, se possibile
      4) Cerca di ritagliarti spazi di silenzio e solitudine ogni giorno
      5) Non dimenticare da dove vieni

      Elimina
    3. :) bene bene brava :) perdonami, ieri ti ho scritto un commento sul tuo blog, ma poi l'ho cancellato, oggi vengo a riscrivertelo

      Elimina
  8. Ma che meraviglia.....sarà il mio prossimo post! Certo devo pensarci ben bene perchè 5 smbrano tanti ma..anche no!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. daiiiiiiii ... fallo! te lo ordino! ahahahahahah :)

      smuack

      Elimina
  9. A jovano', ma va va! :D
    Concordo solo sul punto 2!
    Il primo sì, OK, ma anche viceversa, onoriamoci tutti.
    Il terzo lo puoi fare solo se la condizione te lo permette, caro arricchito del music business, ad esempio, se uno trova lavoro nella città dov'è nato deve rimanere lì. Di 'sti tempi poi... La fanno facile i VIP...
    Il 4 è troppo vago e il 5, detto così, non significa nulla!
    Preferisco di molto più il tuo, anche se non condivido in toto, il punto 3 è bellissimo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e bè ... la fanno facile si i vip :)

      immagino qual'è il punto che non condividi: Quello dove dico ABBI FEDE?
      in effetti al punto 3, ho rubato l'espressione del giardino, da un film di Pieraccioni, da buona toscana adottata! ahahahahahah

      Elimina
    2. No, mi riferivo più che altro al 5, eheh. :D

      Elimina
    3. e bè ... cos'ha che non va? secondo me è il comandamento più bello :)

      Elimina
    4. È la frase sottolineata che non mi convince... Fammi qualche esempio! :)

      Elimina
    5. ooooooohhhhhhhh ... :) la frase sottolineata appartiene a una canzone di Ligabue. Per amore intendo quello che provi per la persone che ti sono vicine, sai, non si ama solamente un uomo, o nel tuo caso una donna ... se tu ami senza chiedere il conto, stai sicuro che la gente avrà più voglia di amare te. Quello di "amatore", cioè di colui che ama è il mestiere + difficile del mondo, è un'abilità ... Per esempio anche ciò che provi che ne so, per tua sorella, e ti porta a prenderti cura di lei, cerchi di renderla felice, a volte metti da parte le tue esigenze per aiutarla ... è una sorta di amore che poi porta amore vero. Non c'è niente di complicato da capire, sappilo :)

      Elimina
    6. Sul fatto che il sentimento dovrebbe arrivare senza chiedere il conto sono d'accordo. Però vedo che c'è chi cerca rapporti "paritari", dove si vuole ricevere quanto si dà altrimenti si ritiene che il rapporto non sia veramente sentito. Parliamo di ogni tipo d'amore, ovviamente.
      Il punto che non riesco a condividere è che l'amore disinteressato poi porti amore vero di ricambio; non so, vedo che non succede spesso, anche perché nell'altra persona non scatta la scintilla.

      Elimina
  10. 1)Va verso l'altro soprattutto se ti sembra così diverso da te
    2)Non giudicare: sarai giudicato lo stesso ma tu non giudicare
    3)Abbi fiducia: la vita non ti mangerà
    4)Prenditi 10 minuti al giorno per ascoltarti
    5)Non ti arrendere mai anche se cadi mille volte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bei comandamenti ;) complimenti, li condivido pienamente

      Elimina
  11. Sono arrivata qui dal blog di Maruzza...questa idea è geniale...ci penso su e se riesco ve la copio! ^^
    Intanto ti seguo! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ... :) poi ovviamente voglio leggerli i tuoi 5 comandamenti :)

      Elimina
  12. io non ho comandamenti, sono brutto sporco e cattivo u.u

    RispondiElimina
  13. 1. Esercita la curiosità (fregato a Jovanotti)
    2. Sii ironico e autoironico (fregato a Bianchini)
    3. Ama disinteressatamente (fregato a te)
    4. Non mentire a nessuno. Soprattutto a te stesso
    5. Credi. Qualsiasi cosa tu faccia, credici.

    Bellissimo post!!!!!!!
    Ho copiato un po'.. ma spero che valga lo stesso!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'importante è averli dei comandamenti :)

      Brava

      smack

      Elimina
  14. insomma questo post ha scatenato una catena di Sant'Antonio... vorrei citarlo sul mio blog ( posso?)e prenderlo come spunto per scrivere i miei comandamenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che puoi :) anzi devi ... :)
      smack

      Elimina