9 dicembre 2012

Alle signore piace il nero di varie autrici [recensione]

Alle signore piace il nero

Storie di delitti, crimini e misfatti

a cura di A.A. V.V. 
a cura di Barbara Garlaschelli e Nicoletta Vallorani
genere: NOIR 
Casa Editrice: Sperling and Kupfer 
uscito nel 2009 
pagine 298  
prezzo 18,90 


14 racconti scritti da 14 autrici [Carmen Covito, Grazia Verasani, Barbara Garlaschelli, Cinzia Tani, Nicoletta Vallorani, Donatella Diamanti, Licia Giaquinto, Adele Marini, Daniela Piegai, Daniela Losini, Claudia Salvatori, Diana Lama e Nicoletta Sipos ed Elisabetta Bucciarelli].

Ho scoperto questo libro per caso, o meglio su Twitter [la maggior parte di voi sa che io sono una fanatica per eccellenza di questo social network e cinguetto con molta frequenza]. Tra i consigli su "Chi seguire" c'era una certa Dielle [è così che si fa chiamare], ma in realtà il suo vero nome è Daniela Losini, ho aperto il suo profilo, ho notato che aveva un sito web, ci sono entrata dentro e sono rimasta totalmente rapita dalla sua personalità, ironia e Bio così originale. Poi ho scoperto che anche lei aveva contribuito alla stesura di questo volume. L'ho contattata. Ho comprato il libro e adesso eccomi qui a parlarne.

Premetto che le raccolte di racconti non mi hanno mai entusiasmato. Sono una di quelle cose che evito di acquistare se entro in una libreria con l'intenzione di non tornare a mani vuote. Non so perchè, mi lasciano una certa amarezza addosso. Soprattutto se una storia mi piace, deve tirarla assolutamente per le lunghe, particolare che nella brevità viene sempre ridotta al massimo. Voglio vivere con e per i personaggi e non deve essere tralasciato nessun aneddoto rilevante sulla loro vita. Mi sono convinta ad avventurarmi in questo perchè sono una grande sostenitrice dell'universo femminile soprattutto se è descritto in chiave noir [amante di tale genere fino al midollo].

Ma di cosa tratta esattamente? Visto che non sono stati redatti tutti dalla stessa penna, sono molto variegati tra loro [Alcuni catturano la tua attenzione in modo disarmante più di altri] e l'unico denominatore che hanno in comune è che la protagonista principale è [appunto] una donna: assassina, vittima, respinta, innamorata, fragile, violata, sottomessa, fantasiosa, che ha voglia di amare e essere amata ... 

Ci sono storie molto attuali: Per esempio, un argomento che mi sta molto a cuore è la violenza con tutti i suoi casi di omicidi e stalking di cui abbiamo sentito parlare negli ultimi anni, e ti rendono impotente, inerme e vulnerabile di fronte a qualcosa a cui tutt'ora non sai dare una spiegazione concreta. L'Odio è Uomo, come lo è il desiderio di possesso, il vederci come oggetti intercambiabili, la paura del non saperci gestire che scatena questi sentimenti così contrastanti e univoci, da essere capaci di rovinare l'esistenza di una persona che non sa difendersi come vorrebbe. Cambierà qualcosa prima o poi? L'importante è che se ne continui a parlare! E poi ci sono storie puramente dettate dalla fantasia e surreali dove s'incontrano alieni-angeli con ali, o si viene proiettati nel passato accanto a Sherlock Holmes, o veri e propri polizieschi con vittime decapitate e assassini da trovare, catturare, arrestare ...

Ma voglio lasciare a voi la sorpresa di scoprirlo pagina per pagina, soprattutto perchè è un'antologia che fa riflettere, entusiasma, sconvolge e che vale la pena leggere!

Nessun commento:

Posta un commento