13 dicembre 2012

Il Commissario Fontanelli di Eugenio Musarò [recensione]

Il Commissario Fontanelli
di Eugenio Musarò

collana: Narrativa
Data di uscita: Agosto 2011
Pagine: 110
ISBN: 9788866182702

Il commissario Fontanelli, l’avvocato Zambrotta e il boss mafioso Rodolfo Alfieri, sono i protagonisti di quest’accattivante e intrigato romanzo ambientato in particolar modo, tra la Sicilia e la Capitale. Il prode commissario con astuzia e determinazione riesce a intrufolarsi sotto mentite spoglie, negli ambienti siciliani di “cosa nostra”, ma a causa di una sua leggerezza, ben presto fu scoperta la sua vera identità. Da quel momento la vita del commissario e della sua famiglia, divenne davvero difficile. L’avvocato Zambrotta era un killer al servizio della mafia, che utilizzava la sua professione di avvocato come copertura, un collaboratore esterno della criminosa associazione che ammazzava su commissione e intascava la cospicua paga. Come se non bastasse, l’avvocato Zambrotta era uno dei migliori amici del commissario. [YouCanPrint.it]

RECENSIONE: Questa storia inizia con l'ennesimo omicidio, uno dei tanti delitti irrisolti accaduti in quel periodo in città. Il protagonista, cioè il commissario Fontanelli, che si occupava delle indagini era a un punto morto. Nessuno aveva visto o sapeva niente e le prove a disposizione erano talmente poche che bisognava procedere per deduzioni. La sua unica consolazione è che poteva parlarne e confrontarsi con l'avvocato Zambrotta, suo grande amico, che di quell'ambiente ne faceva parte e quindi ne capiva qualcosa. Peccato che dietro il più prestigioso avvocato di Roma si nascondeva uno dei più temuti serial killer degli ultimi tempi. Metodico, intelligente, furbo, preciso, puntuale, affidabile. Sapeva che prima o poi avrebbe smesso con questo doppio gioco, ma per il momento ciò gli permetteva un guadagno extra sicuro per il futuro. Una sera però successe l'imprevedibile ... Fontanelli uscito dal commissariato e salito in macchina per tornare a casa venne colpito da una mitragliata di proiettili impedendogli di restare in carreggiata. Di conseguenza fu portato in ospedale. Per fortuna questi non raggiunsero gli organi vitali ... tale fatto però fu un chiaro segnale che non poteva più dormire sonni tranquilli. Chi era stato? Perchè? Per quale motivo? se lo chiesero sia Zambrotta che i suoi colleghi. Infatti lui, aveva seguito di nascosto da tutti, delle indagini sul boss mafioso Rodolfo Alfieri. Era andato a Palermo. Era riuscito a infiltrarsi ... Ma era stato scoperto e adesso era in grave pericolo.

Cosa succederà dopo? Come si evolveranno gli eventi? Ci sarà una giustizia che riporterà le cose al giusto ordine? L'Avvocato sarà scoperto? Fontanelli che fine farà?

E' un romanzo intenso dove vi è un colpo di scena dietro l'altro. Quando pensi che si stia per arrivare a una soluzione concreta ... Bam ... Succede l'inaspettato, trascinando il lettore in una voglia di riscatto che ti tiene incollato fino all'ultima pagina per vedere come si conclude.

Inoltre affronta un tema molto attuale, quello della malavita, di un poliziotto che crede nella giustizia ma che lotta con qualcosa di molto più grande di lui, mettendo a repentaglio non solo la sua vita, ma anche quella di sua moglie e dei suoi figli. La mafia e la sua macchina contorta e malsana di criminalità che macina continuamente vittime creando dolore su dolore e che probabilmente non troveranno mai impuniti i loro assassini.

Si potrà mai sconfiggerla? Arriverà mai alla sua fine?

Vi lascio con queste due domande in testa e vi consiglio di leggerlo perchè l'autore, nonostante la pesantezza dell'argomento, lo affronta con una tale semplicità e correttezza linguistica che arriverete ad apprezzarlo pure voi!

[Lo potrete acquistare in tutti i siti che vendono i libri on line]

Date anche una sbirciata al suo sito: Eugenio Musarò

Nessun commento:

Posta un commento