28 aprile 2013

Niente da nascondere di Francesco Casali [Presentazione e Recensione]

Niente da nascondere
di Francesco Casali

ISBN : 9788890757471
Genere : Saggio Psicologico
Formati : Cartaceo A5 con alette
Lunghezza : 300 pagine
Prezzo: 12 Euro
Questo libro non nasconde nulla. Fin dalle prime righe il lettore capisce che non ha scampo, si parla proprio di quello. Del dolore mentale. In tutte le sue versioni e interpretazioni, innescato dalle cause più varie, come compagno di strada fin da bambino, oppure incontrato lungo i tornanti della vita adulta in genere lungo il sentiero della passione amorosa che il più delle volte lo precede e ne rappresenta l’anticamera con l’incantesimo dei suoi piaceri. fa una proposta alternativa nelle pagine di questo libro intelligente, appassionato e bellissimo. L'autore suggerisce implicitamente di non distrarsi affatto ma di godersi la solitudine dolente e creativa dedicata all’immaginazione, alla nostalgia, al sogno, alla fantasia ad occhi spalancati che guardano il vuoto accettando fino in fondo la delusione e il rimpianto, la rabbia e la costernazione per l’ingiustizia subita, la perdita insensata, la rottura del progetto incompiuto [...]
RECENSIONE: A metà fra un saggio psicologico e un romanzo, e aggiungo io, decisamente autobiografico. Francesco infatti fa l'educatore. Nel primo capitolo, ci tiene a precisare che questo libro non ha "niente da nascondere" proprio come il titolo che porta. Ma cos'è che non ha "niente da nascondere"?

Due cose in particolare:
- Ciò che hanno visto i suoi occhi in questi anni di esperienza a contatto con persone con problemi psichiatrici come Andrea, Roberto, Angelo o Giovanni ... schizzofrenici, depressi, paranoici, matti per finta, matti per davvero.
- Il dolore. Fisico, mentale, spirituale, personale. Quello che ti distrugge. Quello che non ti salva da niente e nessuno. Quello causato da un abbandono, da una morte, da un tradimento, da una società che corre troppo velocemente e tu non riesci a stargli dietro, dalla vita di tutti i giorni. Quello che va affrontato perchè è necessario da sconfiggere per poter andare avanti.

Al centro di tutto ci siamo noi, c'è la fragilità dell'essere umano, c'è quell'equilibrio che si trova spesso su una corda che speri non si spezzi mai. L'autore s'interroga e al tempo stesso interroga su argomenti che preferiamo evitare, per esempio come Noi reagiamo quando qualcuno che ci sta accanto, soffre, come superare il lutto ... di qualcuno a te caro che non c'è più, i dilemmi che ti prendono se ti ritrovi a dover fare i conti con una compagna che ha fatto le sue scelte. Non voglio andare troppo nei dettagli. Voglio che siate voi a scoprire parola per parola da soli.

A parte qualche refuso e un editing poco curato, vi consiglio di leggerlo perchè dal punto di vista stilistico-narrativo lo scrittore ha il dono di raccontare in maniera coinvolgente gli argomenti trattati.


Francesco Casali è nato a Milano nel 1977, figlio di due insegnanti vive tra Milano e Genova. Dal 1999 lavora come educatore professionale con soggetti a rischio di emarginazione e con problematiche psichiatriche e di tossicodipendenza. Negli ultimi anni si è occupato soprattutto di attività sportive con finalità terapeutiche, riabilitative e di integrazione sempre nel campo del disagio psico-sociale. "Niente da nascondere", il suo primo saggio, è stato curato dal Prof. Gustavo Pietropolli Charmet




Francesca

Nessun commento:

Posta un commento