30 settembre 2013

1Q84 di Haruki Murakami II Libro [Recensione]

1Q84 
di 
Haruki Murakami
Libro II
Luglio-Settembre

Editore: Einaudi
Traduzione: Giorgio Amitrano
Pagine: 387-718
ISBN: 9788806203795
Prezzo: € 20,00


Aomame viene incaricata di uccidere il Leader della setta Sakigake: concluso quest'ultimo lavoro, dovrà cambiare identità, sottoporsi a un intervento di chirurgia e sparire. L'incontro con la sua vittima, la scuote nel profondo, perché comincia a capire di essere approdata in una nuova realtà e di essere indissolubilmente connessa con l'amore della sua vita, Tengo. Viene posta di fronte a una scelta: assassinare il Leader, così da condannare se stessa a morte certa o non portare a termine la sua missione, mettendo a rischio la vita di Tengo:

«[...] Per me non avrebbe più senso vivere in un mondo senza Tengo. Perché le possibilità di incontrarsi sarebbero perdute per sempre».
Tengo e Fukaeri sono sempre più uniti: la riscrittura de La crisalide d'aria li ha resi una cosa sola e li ha portati nel nuovo mondo, il 1Q84. Lui è diventato il receiver, la figura che riceve, mentre lei è il perceiver, colei che percepisce:
«Noi due abbiamo scritto La crisalide d'aria e lo abbiamo pubblicato. Abbiamo compiuto un'azione congiunta. Il libro è diventato un bestseller e le informazioni sui Little People, le daughter e le mother si sono sparse nel mondo. La conseguenza di tutto ciò è che noi due siamo finiti in questo nuovo mondo modificato».
Aomame se ne sta nascosta, in attesa che il piano per cambiare la sua identità si possa attuare. Pensa a Tengo e lui pensa a lei: realizzano i propri sentimenti e sentono che è giunto il momento di incontrarsi, ma non sanno come trovarsi. Sono vicini, incredibilmente vicini, e nel momento in cui Tengo si accorge che in cielo ci sono due lune, esattamente come lui le ha descritte nel libro, lei lo vede:
«Fu allora che Aomame se ne accorse. Non era sola in quel momento a guardare la luna. Nel parco per bambini sul lato opposto della strada vide un giovane. Era seduto in cima allo scivolo e stava guardando nella sua stessa direzione. [...] Eppure non c'era dubbio che quel giovane uomo dal fisico imponente stesse guardando la coppia di lune sospese nel cielo. [...] Poi, tutt'a un tratto, Aomame capì. Quell'uomo era Tengo».
Non riescono ancora a raggiungersi, ma vogliono farlo e cercano di far accadere il loro ricongiungimento. Entrambi si sono pensati intensamente, senza sapere di essere collegati a qualcosa di così grande e incomprensibile.

La seconda parte di 1Q84 comincia a svelare alcuni interrogativi, permettendoci di leggere anche qualche pagina del romanzo di Fukaeri. Si comprendono: i legami tra la giovane autrice e il Leader del Sakigake; da dove vengono e come agiscono i Little People; il significato della crisalide d'aria; il rapporto fra Tengo e Aomame.
La potenza descrittiva di Haruki Murakami persiste in questo secondo capitolo (qui la recensione del Libro I), svelando alcune complessità narrative importanti e, allo stesso tempo, preparandoci all'ultimo capitolo della storia. Io continuo ad attendere l'incontro fra i due protagonisti, che immagino come un'esplosione di energia.
Veronica

1 commento:

  1. Sono molto contenta che il traduttore sia Amitrano, penso dia un tocco personale alle opere che traduce. Mi dispiace solo che gli autori giapponesi siano affidati sempre a traduttori diversi, invece che sempre allo stesso.

    RispondiElimina