11 novembre 2013

1Q84 di Haruki Murakami Libro III [recensione]

1Q84
di
Haruki Murakami 
Libro III
Ottobre-Dicembre


Editore: Einaudi
Traduzione: Giorgio Amitrano
Pagine: 400
ISBN: 9788806208295
Prezzo: € 18,50


Ogni sera, Aomame si prepara a osservare il parco di fronte all'abitazione dove è costretta a nascondersi per l'omicidio del Leader del Sakigake. Attende il ritorno di Tengo, perché sullo scivolo di quel giardino lo ha rivisto per un attimo dopo vent'anni: sdraiato, fissava il cielo. Forse anche lui sa della presenza delle due lune?
Le giornate si susseguono tutte uguali per lei: ginnastica, lettura di Alla ricerca del tempo perduto e attesa del suo grande amore. A spezzare la sicurezza di quella quotidianità, la comparsa di un esattore della NHK, venuto per riscuotere il canone: la chiama col nome della precedente inquilina e bussa con insistenza e violenza alla porta. Una trappola costruita dal Sakigake?
Tengo decide di recarsi al Paese dei gatti per stare vicino a suo padre, ormai prossimo alla morte. Ciò che lo spinge a trattenersi a lungo è qualcos'altro: proprio all'ospedale ha visto la crisalide d'aria con all'interno Aomame bambina e spera che possa riapparire per rispondere alle sue domande.
"Non le disse che una sera, al tramonto, la crisalide d'aria si era materializzata sul letto della stanza di suo padre. Non le disse che al suo interno c'era Aomame bambina che dormiva. Non le disse che la crisalide d'aria era uguale, fin nei minimi dettagli, a quella che lei aveva descritto nel romanzo. Non le disse nemmeno che sperava segretamente che apparisse ancora una volta davanti a lui".
Nel frattempo, Fukaeri alloggia nell'appartamento di Tengo: quando scopre che è sorvegliato, lo abbandona per tornare dal professor Ebisuno. Ushikawa, legato alla setta del Leader, è l'uomo misterioso che si nasconde nello stabile di Tengo: sta seguendo autonomamente una pista ed è venuto a conoscenza di diversi particolari e collegamenti che potrebbero essere utili al Sakigake. 

In questa terza parte si inserisce un terzo personaggio: Ushikawa, il "cattivo". In realtà non è così cattivo: descritto come insicuro, poco avvenente e investigatore per caso, dopo aver perso il suo lavoro all'ufficio legale. Con un solo sguardo, resta colpito nel profondo da Fukaeri. L'incontro con Tamaru, assistente della vecchia signora della villa di Azabu, sarà decisivo per lui, in quanto lo trasformerà in una sorta di portale per i Little People. 
"Così i sei Little People cominciarono a tessere una nuova crisalide d'aria. Questa volta, però, rimasero muti. Nessuno diede il tempo per accompagnare il lavoro. In silenzio, estraevano i fili dall'aria, strappavano i capelli dalla testa di Ushikawa e tessevano la nuova crisalide a un ritmo pacato e regolare. Nonostante la temperatura gelida della stanza, il fiato che usciva dalle loro bocche non era bianco. Se qualcuno avesse assistito alla scena, se ne sarebbe meravigliato. Oppure no, data la quantità di cose straordinarie che stavano accadendo". 
La protagonista del capitolo in questione è sicuramente l'attesa: quando si incontreranno Tengo e Aomame?Che cosa succederà? Saranno chiariti gli innumerevoli punti interrogativi?
Haruki Murakami racconta l'amore dei due protagonisti come un potere talmente forte da travalicare universi fuori dal tempo. Ma non si può ridurre 1Q84 a una banale storia d'amore: niente è lasciato al caso e ogni pagina riesce a catturare il lettore, con il giusto mix di tensione e sentimento.
Personalmente ho amato molto la figura dell'esattore della NHK che va a turbare le giornate di Aomame, Fukaeri e Ushikawa. Quante volte lo stesso Tengo si domanda se il padre riesca ad avere percezione di ciò che succede intorno a lui e se la sua coscienza vaghi per svolgere semplicemente il suo lavoro.

Non tutto può avere una spiegazione e ciò che fa l'autore è condurci per mano verso un mondo onirico, i cui personaggi sono delineati in maniera impeccabile. Immergetevi nell'universo di 1Q84, o, se preferite, nel Paese dei gatti, vedrete che non vi deluderà e, magari, ne tornerete cambiati!

Veronica

1 commento:

  1. Murakami un maestro... 1Q84 un mondo, un universo, un sogno in cui è un piacere perdersi... anche se a me l'esatto della NHK metteva un inquietudine!:-)

    RispondiElimina