27 maggio 2014

Romanzo di una storia nata male di Carlo Alfieri [recensione]

Romanzo di una storia nata male
di Carlo Alfieri

edizioni deste 
Isbn: 9788898726103 
ebook 
uscito nel 2014

Seguo Carlo Alfieri sin dall'inizio di questa sua avventura di scrittore, partita - ahimè - tardi, ovvero durante la pensione... e l'unico dubbio che ti viene in mente, dopo averlo scoperto è come abbia potuto lasciar sopita tale dote per così tanto - troppo - tempo. La sua capacità di tenere un lettore incollato alle pagine, fino all'ultimo senza annoiarti, è una dote rara. Infatti "Romanzo di una storia nata male" l'ho finito in poche ore.
Una nascita emblematicamente miserabile è illuminata e trasformata "in oro" da un colpo di fortuna mediatico e da un gesto di eroica generosità. Così John W.Lockwood nasce malissimo, ma cresce assai bene. Scuole internazionali, buona società, vita cosmopolita, come si addice a chi si ritrova per padre un ambasciatore americano. Il brillante John cavalca un successo dopo l'altro: la sua prateria è il mondo dell'alta finanza, con i suoi giochi, fin troppo famigerati ai giorni nostri; lo scenario della sua azione è (quasi) l’intero pianeta, principati arabi compresi. E anche l'amore veleggia. Fin troppo. Finché la sua storia diventa una fiaba al rovescio, in cui la principessa bacia il principe e lo trasforma in ranocchio. E non si fa per dire. Nel suo DNA ci sono la vittoria, non la sconfitta, e una dannata inclinazione a perseguire ciò che è giusto. Lockwood cade e risorge. Combatte e non si arrende. E nel suo percorso di rigenerazione, non solo riformula i valori guida della sua vita, ma va anche e molto al di là di se stesso: lui, nato misero, saprà calarsi nel profondo delle miserie umane e mostrare come la via per rialzarsi esista anche nel buio più cupo, se la si sa scegliere e magari indicare agli altri. Lui, precipitato dalle stelle di sfolgoranti business finanziari e petroliferi alle stalle di uno scandalo di cui diventa l’impotente pedina, dimostrerà che si possono coniugare genio per gli affari, etica e sentimento. 
Scordatevi pesanti e ridondanti definizioni sul mondo della finanza... Non è una replica di "The Wolf of Wall Street". Non avrete davanti agli occhi un uomo cinico, spietato, arrivista, macina soldi alle spalle dei contribuenti o ignari risparmiatori e soprattutto circondato da donne da portarsi a letto. Tale mondo centra fino a un certo punto. Lo fa di lavoro. Il finanziere intendo. Il protagonista dopo aver avuto la sfortuna di essere abbandonato in un insulso e anonimo bagno, viene adottato da una famiglia agiata che gli permette di studiare, viaggiare e diventare qualcuno. Se poi aggiungi che suo padre è un console giramondo... la sua piccola esistenza - è quasi - perfetta. Dico quasi perché come "le storie nate male" succedono cose che deviano - momentaneamente, solo per qualche pagina - il lieto fine che ti aspetti. Ciò che cattura sin dall'inizio è l'aspetto umano del personaggio: Un uomo capace di rialzarsi dopo una rovinosa caduta, o meglio una Vendetta data da una ripicca d'amore capace di distruggere ogni parvenza di certezza e dignità umana. Che la dignità umana oggi è sacrosanta e quando la perdi non la ritrovi mica più così facilmente. E che succede dopo? Cioè come fai a ripartire quando ti trovi nella situazione di dover ricostruire dalle fondamenta? Cerchi di ricordarti chi eri, chi sei e cosa vorrai essere. Mr Lockwood ha ben in chiaro questo e fa de "il bene genera bene" una filosofia di vita a prescindere dalle situazioni - quelle che smarriscono - e dai tuoi nemici, per risalire dal baratro in cui l'hanno buttato.

Non si ha la pretesa d'insegnarti niente. Ed è proprio la mancanza di pretesa che fa ripartire all'improvviso - quando tutto sembra perduto - il motore della speranza, quella che tu lettore come il protagonista ti sei ritrovato a perdere, a dover fronteggiare - chissà come - quella marea di imprevisti, deviazioni di percorso e ad usare le tue sconfitte come un motivo per andare avanti cercando di non commettere più gli stessi errori. Soprattutto rende consapevole del fatto che grazie alla tua volontà hai il potere di rendere felici o infelici le persone intorno che ti amano o ti odiano... ma tu - e solo tu - sei in grado, grazie a chissà quale volontà nascosta dentro, di riportare ogni cosa al giusto ordine.

Ve lo straconsiglio. Inoltre hai la possibilità di leggerlo gratis in formato ebook.

Scaricalo in versione epub a questo link: http://bit.ly/QzBxRB
Scaricalo in versione mobihttp://amzn.to/PmW3Uz

Francesca

1 commento:

  1. Un recensione puntuale, penetrante e perfettamente centrata da parte di una lettrice che conosce bene, ormai da tempo, una buona parte della mia produzione. Mi ha fatto naturalmente grande piacere e mi stimola a continuare. Grazie, Francesca!
    Carlo Alfieri

    RispondiElimina