4 giugno 2014

Maleficient di Robert Stromberg [al cinema dal 28 maggio] #recensionefilm

Pagina Facebbok Walt Disney
La favola de "La bella addormentata nel bosco" narra di Re Stefano e la regina Leah, che dopo anni senza riuscire ad avere figli, finalmente arriva Aurora. Tra gli ospiti accorsi a omaggiarla ci sono tre fate buone: Flora, Fauna e Serena. La prima regala alla principessa la bellezza, la successiva il canto, ma, proprio quando arriva il turno dell'ultima, appare Malefica, una strega malvagia, che, dopo aver scoperto di non essere stata volutamente invitata, maledice la bambina: Al compimento del suo sedicesimo compleanno, si sarebbe punta il dito con il fuso di un arcolaio e sarebbe morta. La fata prova con tutta se stessa a indebolire la maledizione e fa in modo che, invece di morire, cada in un sonno profondo dal quale può essere svegliata solo col bacio del vero amore. Nel frattempo il Re fa bruciare gli arcolai del regno e affida la figlia alle 3 fate che la crescono in una casa sperduta nel bosco, nascosta da tutti... Anni dopo, il giorno prima del suo sedicesimo compleanno, la bella contadinella viene mandata nel bosco dalle donne a raccogliere bacche, in modo da organizzarle una festa. Proprio in questo contesto conosce il principe Filippo, del quale si innamora perdutamente... e Malefica scopre dove si trova la ragazza. E poi - dopo svariate peripezie - lei,  oltre a venire a conoscenza della verità, si punge con l'arcolaio. Ma... Lieto fine. Amen.
Sono un po' troppo grande per queste cose. Me ne rendo conto. Tra l'altro io non sono cresciuta a pane e favole e il "e vissero per sempre felici e contenti" non l'ho mai digerito. Avevo una zia che mi raccontava le novelle di Boccaccio [una in particolare] e quindi come posso apparire adesso una persona credibile a parlarvene? Soprattutto se la nuova produzione Disney ha vaghi contorni fantasy. E tu e il fantasy non andate molto d'accordo. Provate solo per un attimo a prendere questa storia [uscita per la prima volta in versione cartoon nel 1959, i miei avevano 1 anno] raccontata dal punto di vista della strega vestita dai panni della splendida Angelina Jolie e ammiratela in tutta la sua maestosità, con due belle corna in testa [alte 30 cm, studiate appositamente per non pesare troppo], gli zigomi sporgenti pompati col silicone, lo sguardo con vaghe sfumature ambra e le sue imponenti ali che la portano ovunque lei voglia. Amerete il suo modo di fare così saccente, provocatorio, a tratti bonario, a tratti malefico, come il nome che porta e rimarrete privi di senso, estasiati, meravigliati, incantati da tutta questa bellezza e cattiveria dettata da un amore perso, mai ritrovato, se non in Aurora, piccola "bestiolina" vittima degli eventi, ma simbolo del "vero amore", l'unica in grado di rimarginare ogni cicatrice.
pagina facebook MaleficientIT
E la Brughiera - l'invalicabile regno - appare meno pericoloso nella sua imponenza... Dove dentro ci vivono creature fatate, alberi parlanti, mostriciattoli strani e farfalle che volano libere fra il verde degli alberi e protette dai rovi che l'affascinante strega ha eretto per proteggerlo dal Re che in passato ha tanto amato... Ma lo sappiamo tutti che quando cresciamo il mondo umano ci prende e ci attira più di ogni altra bellezza possibile. E anche se in origine - come ci ha narrato Perrault nel 1697 e in seguito i fratelli Grimm nel 1812 - Malefica non era la stessa Malefica, tanto da non sembrare credibile in questa versione, tutto scivola in secondo piano, anche la lotta eterna fra il male e il bene dei due mondi. Le dinamiche zuccherose e nauseanti sono perdonabili di fronte al messaggio di fondo che questo film vuole trasmettere. Diverso dall'originale, ma pur sempre un messaggio è... Quale? Chi è il buono e chi è il cattivo? Io vi consiglio di andarlo a vedere!
Pagina Facebook MaleficientIT
[PS se leggete le varie recensioni in rete non ne troverete di entusiaste - ho letto cose che voi umani - ma se andate a vederlo con il giusto spirito:  è un film pensato per un pubblico di bambini/ragazzi, vi piacerà. Io per esempio l'ho adorato!]

Francesca

6 commenti:

  1. Come film per ragazzi non è affatto male. (Ma quanto è invecchiata male la Jolie?)

    RispondiElimina
  2. Sì... L'ho pensato anche io :) Ma davvero ti sembra invecchiata male? Perché io la trovo così meravigliosa :)

    RispondiElimina
  3. La zia che leggeva Boccaccio è geniale! Comunque anche secondo me troppa gente non l'ha visto col giusto senso, è comunque una fiaba, mica un capolavoro! Al contrario di Faina io la Jolie la trovo bene, ma è troppo secca!

    RispondiElimina
  4. C'ho una zia fenomeno! Sì giusto... una fiaba. Quindi mi chiedo cosa ci si aspettasse di diverso da ciò... strana laggente ;-) e aggiungo che è il primo film he vedo con la Jolie protagonista e l'ho trovata meravigliosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho letto che comunque il film è molto basato sul personaggio di Angelina, forse anche questo non è piaciuto... Comunque mò voglio vederlo!

      Elimina
    2. ah io pensavo tu l'avessi visto! è vero è incentrato sul personaggio di Angelina. Quindi vai, vedilo e fammi sapere :P

      Elimina