8 ottobre 2014

L'uomo che metteva in ordine il mondo di Fredrik Backman [Frasi libro]

L'uomo che metteva in ordine il mondo
di Fredrik Backman

Frasi:
La morte è una cosa curiosa. Viviamo tutta la vita come se non esistesse, ma il più delle volte è una delle ragioni in assoluto più importanti per vivere. Alcuni di noi ne diventano consapevoli così in fretta che vivono più intensamente, più ostinatamente, e in maniera più furiosa. Altri necessitano della sua costante presenza per sentirsi vivi. Altri ancora finiscono per accomodarsi nella sua sala d'attesa molto tempo prima che lei abbia annunciato il suo arrivo. La temiamo, eppure la gran parte di noi teme soprattutto l'eventualità che colpisca qualcun'altro, qualcuno a cui vogliamo bene. Perché la più grande paura legata alla morte è che ci passi accanto. Che si prenda chi amiamo. E che ci lasci soli. La gente aveva sempre detto che Ove era "inacidito". Ma Ove non era affatto inacidito, cazzarola. Semplicemente, non era uno che andava in giro ridendo in continuazione. Bisognava essere trattati come criminali solo per questo? Ove non credeva. Ma qualcosa si rompe, in un uomo, quando seppellisce l'unica persona che lo abbia mai capito. Non c'è tempo che guarisca quel genere di ferite. Il tempo è una cosa curiosa. La maggior parte di noi vive con lo sguardo sempre rivolto in avanti. Giorni, settimane, anni. A un certo punto, tuttavia, ci si rende conto di avere raggiunto l'età in cui c'è da guardare più indietro che avanti. E quando non si ha più molto tempo davanti a sé, bisogna trovare altre cose per cui vivere. I ricordi, magari. I pomeriggi al sole, mano nella mano con chi si ama. Il profumo delle aiuole fiorite. Le domeniche al bar. I nipoti, forse: con loro, c'è modo di vivere per il futuro di qualcun altro. Non era che Ove aveva smesso di vivere [...]. Semplicemente, aveva smesso di guardare avanti.
Il dolore è una cosa curiosa.

A breve su questo spazio , la recensione!

2 commenti:

  1. Grazie Francesca, le frasi sono profonde, e piene di poesia. Leggerò il libro grazie a te!
    Carla di Perugia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che non ne rimarrai delusa. E se ti va fammi sapere se ti è piaciuto o no :P

      Elimina