21 aprile 2015

Mercoledì delle ceneri di Ethan Hawke [recensione]

MERCOLEDÌ DELLE CENERI
di 
Ethan Hawke


Editore: Beat edizioni
Traduzione: Martina Testa
Pagine: 254
ISBN: 9788865592335
Prezzo: € 9,00


James Heartsock è un ragazzo incasinato, segnato dal rapporto complicato col padre affetto da turbe psichiche, spinto ad arruolarsi nell'esercito per dare un senso alla propria vita. Dopo aver rotto con Christy, medita circa le sue scelte, il passato e l'incapacità di crearsi un proprio spazio nel mondo senza rimuginare su qualsiasi cosa. 
Christy è una giovane infermiera, devastata dalla rottura con l'uomo che è artefice delle sue gioie, nonché delle sue disgrazie. Incinta e disorientata, sceglie di tornare dalla propria famiglia in Texas, facendosi cullare dalle parole di uno sconosciuto, seduto accanto a lei sul pullman. Tutto sembra assumere una piega nuova, ma l'arrivo inaspettato di Jimmy, riconduce entrambi in un vortice incontenibile. 
Si sposano, litigano, si amano, si detestano, non si comprendono e si amano ancora; le contraddizioni segnano le storie d'amore più travolgenti.

Un percorso sia esterno che interno accompagna i due protagonisti, in questa sorta di diario, nel quale si raccontano e confidano. Il punto di vista maschile e femminile, in un rapporto di coppia pieno di difficoltà, in cui pensi a quanto sia complicato supportare e sopportare l'altro, nel momento in cui si è troppo presi da se stessi e si fatica a conoscere realmente chi siamo. 

Jimmy e Christy sono convinti che stare insieme sia la cosa giusta: entrambi vedono nell'altro l'anima affine, la possibilità reale di felicità, anche quando tutto va male. Intraprendono un percorso frettoloso, impulsivo, le cui ripercussioni non tarderanno a farsi sentire, costringendoli a rimettere in discussione il proprio futuro. L'apoteosi dell'insicurezza e della distruzione si ha con il loro catapultarsi all'interno della bolgia del Martedì Grasso: in mezzo a quella folla asfissiante, raggiungono uno stato di rassegnazione e abbandono, fino a un nuovo inizio, il Mercoledì delle Ceneri, che noi lettori possiamo solo immaginare.

Ethan Hawke è conosciuto ai più come attore, dimostrandosi versatile nel corso degli anni e capace di dare vita a personaggi sensibilmente marcati in diverse pellicole.
Il protagonista maschile è probabilmente il suo alter ego, ideato e rappresentato a sua immagine e somiglianza, al fine di creare un ragazzo che compie un cammino difficile verso l'età adulta.
Con sorpresa, si assiste a una non banale analisi di coppia incasinata, in viaggio su una Chevrolet Nova del '69, che attraversa un pezzo d'America.
Sulle onde di un nuovo romanticismo, più riflessivo, veritiero, e meno stucchevole rispetto alle tradizionali rivisitazioni del tema, si è conquistati dalla brillante capacità narrativa dell'autore, in grado di affascinare con i pensieri più profondi e intimi di un uomo e una donna, che s'impegnano per far funzionare il proprio amore.


Veronica

Nessun commento:

Posta un commento