26 settembre 2015

Mi sa che fuori è primavera di Concita De Gregorio [Frasi Libro]

Mi sa che fuori è primavera
di Concita de Gregorio

FRASI:
Todo cuadra. Questa formula, tutto è al posto suo. Ma non si può tanto tradurre. Tutto è proprio come deve essere. Non c'è da ostinarsi a spostare i pezzi. Bisogna solo osservarli muovere, vedere dove vanno. Questo siamo: Spettatori attivi nel teatro dell'universo. È uno spettacolo, realmente, la vita. Todo cuadra. 
Importa arrivare in fondo, poi guardarsi in faccia, morti di fatica, e dire: ecco, abbiamo fatto tutto. È tutto qui con noi, l'abbiamo fatto. Dopo magari salutarsi, dirsi grazie e andare via.
Ogni altra cosa scolora per me [...] di fronte al bisogno di sapere se non viviamo per caso in un tempo che non corre lungo una linea del tempo ma che invece è tutto e sempre contemporaneamente presente, è tutto qui, un tempo in cui ciò che è accaduto che accade e che accadrà abita lo stesso spazio. Solo che noi siamo ciechi e non vediamo, noi per salvarci dimentichiamo, crediamo di essere la sola cosa presente e importante e siamo invece semplici frutti di un albero che replica, nelle stagioni, le stesse e diverse foglie, gli stessi e diversi frutti. Del fulmine che ci colpì prima che nascessimo portiamo le tracce, delle donne e degli uomini prima di noi completiamo e replichiamo il disegno.
Incredibile quanto male riusciamo a fare pensando di agire per il meglio.
Per essere felici non ci vuole tanto. Per essere felici non ci vuole quasi niente. Niente, comunque, che non sia già dentro di noi. 

1 commento:

  1. Ho amato molto questo libro che mi ha fatto riflettere sull'amore e sulla società :)

    RispondiElimina