22 maggio 2016

Incontro tra editori indipendenti e librai: eventi da non perdere

In questa domenica di sole, tipicamente estiva, non poteva capitarmi occasione migliore se non quella di partecipare a un incontro dedicato ai librai indipendenti, al rapporto con editori e lettori.
Tanti gli argomenti e gli spunti di riflessione, ai quali cercherò di dare un ordine.


Tra gli oratori, Alberto Ibba, addetto alla comunicazione della NNeditore, casa editrice nata da poco più di un anno. Ha sottolineato l'importanza dei social network per accorciare le distanze con i lettori: la partecipazione emotiva dimostrata su questi spazi di aggregazione è testimonianza del buon lavoro che viene svolto. I libri pubblicati sono suddivisi in due percorsi: la stagione e viceversa; l'idea è proprio quella di creare delle serie che abbiamo una logica, più che delle collane. Sul sito è possibile conoscere meglio questa realtà nuova e le offerte proposte: curioso il catalogo di NNeditore, sparso in segnalibri, e sicuramente la veste grafica, che non passa inosservata.

Andrea Gessner di Nottetempo ha parlato del progetto Verso, libreria aperta a Milano, allo scopo di promuovere l'editoria indipendente. La casa editrice storica, fondata nel 2002 da Ginevra Bompiani e Roberta Einaudi, si è ripensata nel tempo per avvicinare più persone e facilitare il compito stesso dei librai: ha ridimensionato il numero di collane, troppe da divulgare, e inserito le bandelle, per far conoscere da subito autori e trama. 

Marco Zapparoli ha dato vita nel 1981 Marcos y Marcos, casa editrice che promuove due grandi eventi: letti di notte, notte bianca del libro e della letteratura, con molti eventi organizzati in tutta Italia; il giro d'Italia in 80 librerie, un viaggio in sella a una bicicletta, alla scoperta dell'amore per la lettura, che coinvolge tutti. Lo slogan che si porta dietro è quanto di più vero ha caratterizzato il dibattito "Andare in libreria è il mio piccolo segreto per capire come va veramente il mondo".

Le librerie sono un posto accogliente, dove rifugiarsi nelle giornate più buie o in quelle più allegre. Sono il cuore pulsante del mondo libro, curate da persone con passione e spirito di iniziativa.  
Ciò che accomuna l'indipendenza di case editrici e librerie è l'avere fiducia in qualcosa che prima non c'era o non era considerato, scommettere sul valore di un prodotto in cui si crede.
Da lettore posso dire che un luogo dove si respira quest'aria si sente e diventa importante essere parte di un progetto culturale potenzialmente infinito.
Vorrei spendere qualche parola su un argomento venuto fuori nel momento dedicato alle domande degli ascoltatori: come si riesce a far capire che il libro è un oggetto di qualità, che vale il prezzo di copertina? Io penso che se qualcosa piace, si desidera, è giusto comprarla. Non credo invece sia corretto richiedere un ribasso su qualsiasi cosa. Compro moltissimi libri e, quando ne voglio uno, lo acquisto se posso, così per tutto il resto. Sono convinta che chiunque, nel momento in cui necessita di qualcosa, lo paga il prezzo richiesto non appena è in grado di farlo. Ci si sente quasi autorizzati a domandare di spendere meno per un libro, perché non lo si considera un bene primario e nelle grandi catene lo sconto c'è.
Bisogna sapere che per i librai lo sconto del 15% significa una riduzione di più della metà del margine per la narrativa varia e totale per la scolastica e i testi universitari. Se seguissero questa politica andrebbero incontro a fallimento certo, quando già è difficile sopravvivere in condizioni "normali".
Abbandoniamo questa mentalità per riconoscere e apprezzare il lavoro delle persone che della loro attività devono tirare avanti.
I libri sono beni di prima necessità, in Italia si producono i più belli in tutto il mondo, sottraggono l'uomo dall'ignoranza e permettono di vivere tante avventure diverse. Ricordiamolo sempre.

"Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come gli ambiziosi, per istruirvi. Leggete per vivere" [Gustave Flaubert]


Veronica

Nessun commento:

Posta un commento