27 marzo 2017

Crepuscolo di Kent Haruf [recensione]

CREPUSCOLO
di
Kent Haruf

Casa editrice: NNeditore
Traduzione: Fabio Cremonesi
Pagine: 312
Prezzo: € 18,00
ISBN: 9788899253295

"Questo libro è per chi ama guardare la danza delle candele sul muro, per chi ascolta la "Pastorale" di Beethoven, per chi ricorda quando da bambini ci si arredava una stanza con tutto quello che si trovava in giro, e per chi è rimasto solo, al freddo, per tanto tempo, e oggi ha deciso di rimettersi in gioco e correre il rischio di diventare una persona diversa".
La quarta di copertina presenta Crepuscolo come un libro che ci riporta a Holt per raccontare una vita fatta di piccole cose, che solo con gli occhi dei bambini si riescono ad apprezzare, una quotidianità mossa da eventi inaspettati che possono essere tanto devastanti e incredibilmente meravigliosi.
Il terzo capitolo ha tanti protagonisti, alcuni già conosciuti in Canto della pianura, come i fratelli McPheron, Harold e Raymond, cambiati moltissimo con l'arrivo di Victoria Roubideaux nelle loro vite. L'hanno accolta, aiutata e hanno cominciato ad amarla come una figlia. Lei è stata capace di dare uno scossone forte a un'esistenza sempre uguale, rendendola più bella, in modi mai pensati prima. La casa si è animata ancora di più con la nascita di Katie, una bambina sveglia, allegra e graziosa. L'inizio del college a Fort Collins è il momento del distacco e un ritorno alle vecchie abitudini per i McPheron, che riprendono a dedicarsi completamente al lavoro nella fattoria.
In una giornata come tante, cominciano a portare via i tori da monta dai pascoli: un esemplare, fin troppo bizzoso, si scaglia contro Harold, intavolando una lotta impari che vede l'uomo avere la peggio. In una manciata di minuti tutto precipita e Raymond, ferito lievemente, non ha il tempo di fermare lo scontro e resta accanto al fratello fino all'ultimo respiro.
Raymond deve fare i conti con il dolore della perdita, affrontare una convalescenza non semplice aiutato da Victoria e combattere contro la solitudine, un sentimento che rischia di annientarlo. A un lutto segue il coraggio di un nuovo inizio, l'avventura di sperimentare cosa ancora ha da offrire la vita.
Fra i nuovi personaggi, la coppia Beth e Luther, incasinata, pieni di problemi, incapace di proteggere i propri figli, Joy Rae e Richie, i quali subiscono le conseguenze di scelte sbagliate. Non imparano dai propri errori e nonostante sappiano che un passo falso può mettere in pericolo la famiglia, ospitano lo zio Hoyt Raines, cattivo fino al midollo, ubriacone incallito senza un soldo, pronto ad arraffare da ogni situazione per il proprio tornaconto. L'assistente sociale, Rose Tyler, prende a cuore la difficile condizione dei Wallace e cerca di dar loro consigli e metodi per affrontare passo, passo tutte le spese.
Dj Kephart è un ragazzino di soli undici anni, abita con il nonno, Walter Kephart, pensionato di settantacinque anni, taciturno e testardo. Nel tempo libero, si reca dalla vicina di casa, Mary Wells, per svolgere qualche lavoretto; fa amicizia con le sue figlie, Dena ed Emma, e si avvicina a loro soprattutto quando la madre entra in depressione, dopo aver saputo che il marito ha intenzione di restare in Alaska a lavorare.

Tranquillità emanata da una cittadina ben immaginata dalla penna di Haruf nelle diverse stagioni, che si susseguono ciclicamente. All'apparenza, il nulla.
Crepuscolo è il libro degli addii e dei nuovi inizi, come ci dimostra la storia di Raymond, il personaggio che ho amato più di tutti e per il quale ho sentito una forte empatia. Si piange con lui il dolore della perdita, si tifa per lui, perché prenda coraggio e si butti in nuove esperienze, assaporando il bello che ancora il mondo è in grado di offrire. La semplicità e la sobrietà che Kent Haruf trasmette nel descrivere gli abitanti di Holt e la loro quotidianità sono trascinanti e immersive, tanto che diventa impossibile staccarsi dalle pagine. Appena si arriva all'ultimo capitolo, si ha la sensazione che la narrazione non sia finita e che l'autore abbia ancora tanto da dire per un lettore che ha voglia di ascoltare e scoprire che cosa riserva il futuro alla famiglia Wallace, DJ, Raymond e Rose Taylor.
La speranza e l'amore sono le leve giuste per riportare sulla retta via e le possibilità che si creano possono essere sfruttate al meglio con uno stato d'animo positivo. La felicità è dietro l'angolo, basta fare la scelta giusta.

Veronica

Nessun commento:

Posta un commento